Medicina nucleare: cosa sapere

Medicina nucleare: cosa sapere

Come studiare Medicina nucleare


Medicina nucleareMedicina nucleare è una delle specializzazioni della Medicina e si deve necessariamente studiare, come indicato dalla normativa vigente, presso le università ed è una delle discipline mediche individuate dalla Commissione europea per l’informazione dei corsi nei diversi Stati. I medici di base, una volta completato il loro corso di studi, possono esercitare, tuttavia serve una specializzazione per occuparsi di diverse discipline. La Medicina nucleare è una di quelle. Il dottore, in questo caso, si occupa dello studio tridimensionale dell’organo. Colpendo l’organismo con le radiazioni o con le particelle atomiche dei radiofarmaci si possono reperire le informazioni richieste sullo stato dell’organo. Per poter accedere ai corsi di preparazione presso le università accreditate bisogna fare riferimento al bando. Infatti il numero di studenti ammissibili è limitato secondo le disponibilità della scuola di specializzazione.

Le nuove regole per studiare Medicina nucleare


Lo scorso 13 maggio il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca ha emesso una nota per annunciare le modifiche alle regole che disciplinano l’accesso ai corsi di studio delle Scuole di Specializzazione medica, tra cui Medicina nucleare. I funzionari ministeriali stanno lavorando alle novità, che sono già state spiegate. I primi aspetti riguardano l’applicazione di criteri che prevedono maggiore qualità dei corsi e trasparenza nello svolgimento delle prove e nella formazione delle graduatorie. Si promette di rendere la prossima selezione più rispondente alle aspettative dei laureati. A interessare maggiormente, però, sono i provvedimenti concreti che sono stati presi, a partire dall’accorpamento delle sedi per lo svolgimento dei test. Dalle realtà locali si passerà a una suddivisione per area geografica. Inoltre il nuovo regolamento interviene sulla programmazione delle scadenze. Le università dovranno richiedere o aggiornare i dati per l’accreditamento entro il mese di maggio, lasciando tempo agli uffici competenti per valutare il rispetto dei requisiti. Tra la fine di luglio e l’inizio di agosto verrà emesso un bando per presentare l’istanza di accesso al corso di Medicina nucleare, mentre il concorso avrà luogo nel mese di ottobre.

Le altre novità di Medicina nucleare


Attualmente ci sono 50 graduatorie, ma con la nuova selezione si ridurranno a una su base nazionale e i titoli conseguiti avranno un punteggio inferiore. Le domande dei test di accesso al corso di Medicina nucleare continueranno a essere a risposta multipla, ma raggiungeranno il totale di 110. Di queste 70 saranno dedicate a Medicina e Chirurgia, mentre 30 si riferiranno all’area di studio specifica, quindi a Medicina nucleare, infine le ultime 10 comporranno una parte riguardante la tipologia della scuola. La semplificazione porta in generale a una maggiore chiarezza.

Torna in alto