Diventare veterinario: 5 informazioni utili

diventare veterinario

Come diventare veterinario? Scoprilo in questo articolo dedicato per scegliere il corretto percorso di studi e raggiungere l’obiettivo prefissato.

Diventare veterinario: chi è e cosa fa questo professionista


Che sia per una passione verso gli animali o verso la medicina, il medico veterinario è una figura che fin da piccoli affascina molti di noi, proprio magari per l’amore che si sviluppa verso un animale domestico.

Il veterinario è un professionista iscritto all’albo che ha il compito di prevenire, diagnosticare e curare le malattie degli animali: di occupa dunque della salute degli animali, della diagnosi di eventuali malattie e dello sviluppo di conseguenti terapie per ogni tipo di animale, che sia domestico o selvatico.
Il medico veterinario ha inoltre il dovere di occuparsi della cura e conservazione della fauna e del patrimonio zootecnico (e quindi si occupa del controllo degli alimenti di natura animale, dei macelli, degli allevamenti) , educando gli uomini ad un corretto rapporto con gli animali.

Come diventare Veterinario


Vediamo alcuni utili consigli per realizzare il nostro sogno di diventare veterinario.

  1. Il percorso di formazione per poter diventare Veterinario consiste innanzitutto nel superare un test di ingresso a numero chiuso per accedere alla laurea quinquennale presso la Facoltà di Medicina Veterinaria (è pertanto consigliato frequentare un liceo classico o scientifico);
  2. Ottenuta la laurea bisognerà sostenere l’esame di stato;
  3. Una volta superato, per poter esercitare la professione, sarà necessario iscriversi all’Ordine Veterinario della propria provincia (dal D.Lgs.C.P.S n.233/1946);
  4. Durante la fase degli studi dovranno essere svolti degli stage per poter acquisire conoscenze, oltre che teoriche, anche pratiche e operative.
    Terminati questi step, si può trovare lavoro in una struttura privata oppure pubblica, come ad esempio la Asl, nella quale i veterinari sono divisi in:
    coordinatore o collaboratore: per i quali si deve superare un concorso pubblico;
    dirigente: bisogna aver maturato un’esperienza di almeno 5 anni nei ruoli sopra descritti.
  5. Sei ancora giovane ma già vuoi iniziare ad aiutare gli animali? Unisciti allora ad un’associazione di volontari come l’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali), collabora con il canile o gattile locale , partecipa ad attività di sensibilizzazione.

Ammissione al corso di laurea


Come abbiamo anticipato, la frequenza del corso di laurea prevede il superamento di un test di ammissione selettivo a livello nazionale.

Consigliamo di programmare per tempo la preparazione, in considerazione della vastità del programma previsto, attraverso l’utilizzo di supporti specifici, quali:

 

Torna su